fbpx

Ecosia Piantiamo alberi navigando sul Web

Share on facebook
Share on twitter
Share on linkedin
Share on email
Share on print

Cosa succede se, ogni volta che cerchi qualcosa online, puoi aiutare a piantare un albero da qualche parte nel mondo?

Pensa a quante ricerche fai online ogni giorno e quanti alberi potrebbero essere presenti sulla Terra.

Sembra folle, o dannatamente semplice?

Nel 2009 un giovane tedesco di nome Christian Kroll ha avuto l’idea di ECOSIA.

Per farla breve, Ecosia è un motore di ricerca, come Google ma più piccolo.

Google = 3,3 miliardi di ricerche al giorno.

Ecosia = 550.000 al giorno.

Proprio Come tutti i motori di ricerca ricava denaro con lapubblicità e link pubblicitari “a pagamento”.

Per ogni annuncio pagato, Ecosia guadagna.

Ecosia conserva il 20 %del ricavato. L’80%dei ricaviviene investito in progetti ambientali, in particolar modo di riforestazione. Grazie a questa iniziativa, i fondi Ecosia permettono di piantare 1 albero ogni 30 secondi. 

Al centro della pagina è immediatamente visibile un contatore. Esso indica il numero di alberi piantati da Ecosia dall’inizio del progetto (attualmente quasi 60milioni). La cosa più interessante è che quest’ultimo aumenta istantaneamente, infatti grazie alle ricerche effettuate dagli utenti vengono piantati alberi con un tasso di uno ogni secondo.

Un altro contatore in alto a destra indica invece le ricerche effettuate dal singolo utente usando Ecosia come motore di ricerca internet, col semplice scopo di gratificare le persone che sostengono questo progetto. L’azienda, infatti, afferma che in media ogni 45 ricerche si riesce a piantare un albero, dunque il singolo utente con una semplice divisione può tenere il conto degli arbusti che ha contribuito a piantare.

I risultati che mostrano sono forniti dai partner di cooperazione Yahoo e Bing.

Ovviamente le critiche non mancano accusando Ecosia di frode, affermando che sta guadagnando soldi sotto le spoglie della protezione ambientale. Bene, Ecosia afferma di avere principi impeccabili – non solo nei suoi obiettivi ecologici, ma anche come “business sociale”, nella sua trasparenza pubblicando la prova del supporto finanziario (puoi vedere esattamente dove stanno andando tutti i loro soldi ogni mese nei loro resoconti finanziari) e con una rispettosa politica sulla privacy. Inoltre, L’azienda è anche CO2 neutrale, dato che i server sono alimentati da sola energia rinnovabile e perciò si può navigare in rete in maniera ecologica.

CO2 Neutrale: https://blog.ecosia.org/ecosia-financial-reports-tree-planting-receipts/

Privacy: https://info.ecosia.org/privacy

Report Finanziari:https://blog.ecosia.org/ecosia-financial-reports-tree-planting-receipts/

Ma, si sa, non appena una compagnia afferma di essere “impeccabile”, ci sarà tutta una folla di critici a dimostrare che non è così.

I critici vanno anche oltre, sostenendo che l’approccio di Ecosia sia sbagliato. Secondo loro, i motori di ricerca non possono essere rispettosi dell’ambiente. I server con cui vengono condotte le ricerche utilizzano una grande quantità di energia. Ciò significa che viene emesso biossido di carbonio che a sua volta è dannoso per l’ambiente.

Loro rispondono di esserne consapevoli e che è proprio questo il motivo per cui cercano di compensarlo e di supportare anche progetti che riducono le emissioni di anidride carbonica in tutto il mondo.

Le critiche sono state anche indirizzate a quali associazioni benefiche o progetti selezionati da Ecosia, e il fatto che supportano solo un grande progetto alla volta. Ecosia dice che questo massimizza l’impatto delle loro donazioni ed è meglio che diffondere piccole donazioni in più progetti.

Dovremmo usare Ecosia?

Non c’è dubbio che continuerà ad avere ostacoli e lamentele, ma nel complesso, chi non vorrebbe usare un motore di ricerca sapendo che, con un click può aiutare a piantare alberi con il semplice clic del mouse?

Dipende davvero da te! Ma infondo pensaci, perché no? Si tratta di un motore di ricerca pulito che funziona bene e fa anche bene al nostro pianeta. Un pianeta che ha chiaramente bisogno di molto aiuto.

Ecosia rappresenta un modello organizzato e pronto per esplodere nell’epoca in cui ci si deve preoccupare veramente di quanto siano sostenibili prodotti.

Una cosa è certa, più persone conoscono aziende come Ecosia, meglio è. Magari, potrebbe diventare l’approccio che potremmo scegliere per molte altre attività.

Puoi iniziare a utilizzare Ecosia su pc utilizzando i seguenti plugin 

Chrome: https://chrome.google.com/webstore/detail/ecosia-the-search-engine/eedlgdlajadkbbjoobobefphmfkcchfk

Safari: https://safari-extensions.apple.com/details/?id=org.ecosia.main-33YMRSYD2L

Firefox: https://addons.mozilla.org/it/firefox/addon/ecosia-the-green-search/

E da smartphone dalle seguenti App

iPhone/iPad: https://itunes.apple.com/it/app/ecosia/id670881887

Android: https://play.google.com/store/apps/details?id=com.ecosia.android&hl=it

Puoi anche sostenere Ecosia visitando il loro Shop: https://ecosia.teemill.com/

Io uso Ecosia e tu?

Copyright Graziano Abatematteo · Handcrafted in Italy · Privacy Policy · Realizzato con il Miglior tema WordPress e il miglior Hosting web WordPress